Cosa sono e come si svolgono i corsi mascherati | Carnevale di Viareggio

Carnevale di Viareggio 2018

27 4 - 11 - 13 - 17

Gennaio Febbraio

Cosa sono e come si svolgono i corsi mascherati

Gen 26, 2012 by

Cosa sono e come si svolgono i corsi mascherati

I Corsi mascherati del Carnevale di Viareggio si svolgono sulla passeggiata a mare di Viareggio di circa due chilometri. All’interno di questo “circuito” chiuso ad anello, i 9 carri di prima categoria, i 4 carri di seconda categoria, le 12 mascherate in gruppo ( composte da 8 elementi ciascuna alti circa 3 metri) sfilano di continuo. Ogni corso dura in media 2/3 ore. Bande musicali, gruppi di animazione e di spettacolo intrattengono il pubblico nei tanti punti musicali e di ristoro. Al circuito si accede tramite un biglietto acquistabile nei 44 punti vendita posizionati agli ingressi del circuito stesso.

 

Storia del Carnevale di Viareggio

Le sue origini risalgono al 1873, quando ad alcuni “signori” del luogo vollero organizzare una domenica diversa: si ideo’ un corteo di carrozze addobbate con fiori che andavano su e giù per la Via Regia, la strada principale della città. I cittadini, aprofittarono di quell’occasione per protestare contro le troppe tasse e sanzioni che erano costretti a pagare. Si mascherarono in vari modi e schernirono proprio il capo degli esattori comunali.
La sfilata piacque molto sia ai “signori” che ai cittadini e nacque così l’idea di realizzare ogni anno dei carri che interpretassero umori e malumori della gente.
Viareggio da allora è diventata la patria del Carnevale italiano, con le sue ineguagliabili parate dei carri allegorici in cartapesta, vere opere d’arte alla cui realizzazione i carristi viareggini dedicano un intero anno.
Maschera ufficiale del Carnevale di Viareggio è il Burlamacco, un pagliaccio ispirato alle varie maschere italiane: una tuta a scacchi bianchi e rossi, ispirato al costume di Arlecchino, un ponpon bianco alla Pierrot, una gorghiera bianca alla Capitan Spaventa, un copricapo rosso, su imitazione di quello di Rugantino, e il mantello nero di Balanzone. Il nome Burlamacco deriva da Buffalmacco, pittore fiorentino e personaggio del Decamerone, ma è anche legato al cognome lucchese Burlamacchi.

Condividi sui Social Network

Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.